Claudio Leporelli

Professore ordinario


leporelli@diag.uniroma1.it
Stanza: A112
Tel: +39 0677274134
Fax: +39 0677274074
Biografia: 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 20 marzo 1974 si e' laureato in Ingegneria Elettronica con una tesi in Ricerca Operativa su problemi di modellistica economica.

è Professore Ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale, presso la Sapienza, Università di Roma.

Dal 1° novembre 2005 al 31 ottobre 2008 è stato Presidente del Consiglio d’Area di Ingegneria Gestionale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

E’ stato componente del Direttivo dell’Associazione italiana Ingegneria Gestionale per tre mandati.

Dal 20 dicembre 2010 e fino al 31 ottobre 2013 è Direttore del Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti, divenuto successivamente Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti

Rapporti di Ricerca extrauniversitari e incarichi di consulenza

Ha svolto, a titolo personale o come responsabile di contratti con il proprio Dipartimento, attività di ricerca su temi di economia delle telecomunicazioni per:

-          Fondazione Ugo Bordoni,

-          Centro Studi S. Salvador (di Telecom Italia),

-          Centro Europa Ricerche,

-          Wind Telecomunicazioni,

-          Fastweb.

Ha partecipato a seminari e ricerche di AREL, ASTRID, I-Com, ISIMM e Fondazione Italiani Europei.

Ha svolto attività di consulenza per istituzioni quali:

-          la Autorità Garantedella Concorrenza e del Mercato (indagine conoscitiva sulla trasmissione dati);

-          la Autorità per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (studio di fattibilità della rete unitaria della Pubblica Amministrazione e relative commissioni di gara);

-           Il Ministero delle Poste e Telecomunicazioni (problematiche legate al riequilibrio tariffario);

-          il Centro Tecnico per la Gestione della Rete Unitaria (revisione prezzi, analisi del ruolo della domanda pubblica nella promozione dei servizi a larga banda, gruppo di lavoro per il Sistema Pubblico di Connettività, informatizzazione del protocollo).

Ha partecipato, quale responsabile di un contratto con "La Sapienza", al gruppo di lavoro dell'Advisor del Comitato dei Ministri (CREDIOP) per il rilascio della terza e della quarta licenza per la telefonia mobile e per l’assegnazione delle cinque licenze UMTS. Con CREDIOP ha partecipato ad una commessa per l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sulla valorizzazione dello spettro UMTS. Nel 1999 è stato esperto del NARS (Ministero del Tesoro).

 

E’ stato rapporteur del progetto di ricerca sui servizi di comunicazione a banda ultra larga promosso nel 2008 dalla Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

 

E' stato Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Ugo Bordoni dal 2008 al 2010.

 

E’ stato, su proposta della Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, componente dell’Organo di Vigilanza per la parità di accesso istituito da Telecom Italia da aprile 2009 a marzo 2011.

 

Area di ricerca: 
Organizzazione industriale e Management
Interessi di ricerca: 

 

La sua formazione post laurea e l’avvio della attività di ricerca si sono svolte nell’ambito dell’Istituto di Automatica dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (poi divenuto Dipartimento di Informatica e Sistemistica “Antonio Ruberti”), sotto la guida dei professori Sergio de Julio, Guido Mario Rey e Antonio Ruberti e si sono subito caratterizzate per l’interesse all’intreccio tra problematiche ingegneristiche (soprattutto quelle dell’automatica, dell’informatica e delle telecomunicazioni) ed economiche.

La attività di ricerca, e' stata orientata da un lato verso una serie di tematiche di rilevanza generale in economia industriale e d'impresa, e dall'altro sull'analisi di specifici casi industriali, tra cui prevalgono quelli relativi ai servizi di rete, per cui fossero particolarmente importanti le tematiche di interesse.

Le tematiche affrontate possono essere raggruppate nei seguenti filoni di ricerca (peraltro fortemente interagenti):

-      Interpretazione di processi di innovazione tecnologica e organizzativa, con particolare riferimento al ruolo assunto dalla cooperazione e competizione tra imprese, e dalle politiche pubbliche di supporto e regolamentazione;

-      Caratterizzazione del ruolo della tecnologia nella determinazione dei costi e dei comportamenti di offerta (in particolare: offerta multiprodotto, allocazione dei costi, indivisibilità, differenziazione qualitativa dei beni, tempi di gestazione e irreversibilità degli investimenti, flessibilità);

-      Analisi di situazioni di interazione oligopolistica;

-      Problematiche della transizione dal monopolio legale alla concorrenza;

-      Metodologie modellistiche e strumenti informatici di supporto ai processi decisionali.